Come creare una moodboard per il tuo business o per te

La moodboard (o inspiration board) è uno strumento della comunicazione visiva, utile a trasmettere idee e concetti astratti che si intendono dare a un determinato progetto.  

 

È composta da immagini e qualsiasi elemento visivo che possa essere di ispirazione. Grazie alla sua versatilità viene utilizzata nei campi più disparati, sia in ambito lavorativo (dall’interior design al branding) che per progetti personali. 

 

Oggi con quest’articolo faremo un piccolo viaggio in questo mondo. 

La prima tappa sarà sul significato della moodboard per poi procedere con i motivi per crearne una, fino a comprendere come si crea e cosa deve contenere una moodboard perché sia efficace. 

“Allaccia le cinture” che si parte.  

Definizione di moodboard

Se devi lavorare a un nuovo progetto ma non hai le idee chiare, o vuoi mettere “nero su bianco” tutte le ispirazioni visive che hai trovato, la moodboard è proprio ciò che potrebbe fare al caso tuo.

 

Tradotto letteralmente dall’inglese è una “tavola dell’umore”, ma c’è un altro termine che definisce meglio che cos’è un moodboard ed è tavola d’ispirazione. 

 

La moodboard è infatti una raccolta (fisica o digitale) di immagini, colori, oggetti e parole che ispirano e riconducono allo stile o atmosfera che vogliamo dare a un determinato progetto, che sia di tipo lavorativo o personale. 

 

È quindi un potente strumento di comunicazione utile per dare vita visivamente a concetti astratti, come le emozioni, che vorremmo far trasparire all’interno del nostro progetto quando non riusciamo a tradurli a parole come vorremmo.

Ecco cos’è nel dettaglio

 

A cosa serve un mooboard?

Essendo uno strumento così versatile, potresti utilizzare la moodboard per qualsiasi cosa: per definire l’identità visiva del tuo brand, per avere un’idea precisa sullo stile che vuoi dare al tuo sito web, persino per scegliere lo stile di arredamento più adatto per il tuo ufficio.

 

Ma ci sono altri motivi per cui potresti sfruttare il potere della moodboard:

  • per mettere in ordine tante (a volte troppe) idee e spunti creativi;
  • per definire l’anima di un progetto;
  • per trovare la tua palette colori;
  • come supporto per comunicare visivamente a un team o una persona esterna al tuo brand qual è la sua identità e cosa vorresti esprimere con esso.

Cosa si mette in una moodboard?

Come ti accennavo prima, la moodboard è una raccolta di più elementi: 

  • immagini
  • colori
  • font
  • testi
  • texture.

 

Come si crea un moodboard

So che vorresti mettere già le mani in pasta da subito e creare la tua prima moodboard, ma ti consiglio di aspettare un attimino e fare prima un passo fondamentale perché la tua moodboard sia efficace ai fini del tuo progetto finale. 

 

Prima della realizzazione della tua moodboard, parti da qui:

  1. Qual è l’obiettivo finale della moodboard?
  2. Quali sono i valori del tuo progetto che devono emergere?
  3. Cosa vuoi comunicare con la tua bacheca tematica? Esprimili in soli 2 o 3 concetti.

Ora che la fase più “razionale” è completata, non ti resta che procedere con la parte che adoro della realizzazione della moodboard: il momento puro della creatività. 

Raccogli il materiale per la tua moodboard 

Per dare inizio alla fase creativa ricerca tutto il materiale che occorre per comporre la tua moodboard: 

  • immagini: foto, illustrazioni, grafiche, dipinti, disegni
  • testi: parole chiave che descrivono i valori del progetto, citazioni, frasi di film o canzoni, aggettivi che descrivono la personalità del progetto
  • tessuti, texture, pattern, oggetti, materiali
  • caratteri tipografici (font) preferiti
  • forme per dare “movimento”, spazi e armonia all’interno della tua tavolozza delle ispirazioni
  • colori, schemi di colori, gradienti.

Come si scelgono tutti questi elementi?

Ascolta il tuo cuore e lasciati guidare da ciò che ti dice. Non scegliere razionalmente, quello lo farai dopo. Ora è il momento di procedere a briglie sciolte.

Fai una selezione e organizza

Quando hai raccolto tutti i materiali di ispirazione per la tua moodboard e ciò che hai trovato ti soddisfa, inizia per te il passo più “difficile”: la scelta di cosa tenere sulla tua bacheca e cosa eliminare. 

E dico difficile perché di solito si tende a voler tenere tutto, ma questo porterebbe solo a un gran caos. Ricorda invece che una moodboard, perché raggiunga l’obiettivo per cui è stata creata, deve essere pulita e semplice.

Per capire quanti elementi puoi inserire, affidati alla grandezza della bacheca (fisica o digitale) che hai scelto, ma evita di sovraccaricarla! Io ti consiglio di ridurre la scelta a 6/7 immagini massimo. 

Seleziona con cura ciò che hai scelto, perché ogni elemento deve essere in sintonia con l’altro e organizza la tua moodboard in modo che il suo aspetto risulti armonioso e piacevole secondo il tuo gusto estetico.

Consiglio bonus: puoi dare anche un titolo alla tua moodboard per tenere sempre sott’occhio lo scopo per cui la stai componendo.

Come creare un moodboard digitale

Se non sei fan della bacheca fisica ma vorresti creare una tua moodboard digitale, potresti volere qualche dritta su come si crea un moodboard in formato digitale. 

Le regole sono le stesse sia che tu voglia realizzare una moodboard analogica che quella digitale. 

Scegli prima con cura gli elementi (anche in abbondanza), poi poco alla volta elimina quelli che non senti affini alla personalità del tuo progetto. 

L’unica differenza per la moodboard digitale è la scelta del “luogo” perfetto in cui crearne una online, che più si adatta alle tue esigenze. 

App per creare moodboard gratis

Esistono diversi programmi di grafica con cui creare le tue moodboard, come Adobe Express o Illustrator, Photoshop, InDesign, ma ci sono altrettanti strumenti online e gratuiti che sono intuitivi, validi e non portano via troppo tempo.

Io ti consiglio i miei 2 strumenti preferiti su tutti: 

  • Pinterest per la fase di ricerca degli spunti creativi
  • Canva per la creazione della tua inspiration board.

Creare moodboard con Pinterest

Sono sicura che avrai utilizzato Pinterest almeno una volta nella tua vita e per questo sai bene quanto possa essere un pozzo di spunti creativi da aggiungere alla tua moodboard.

 

Per trovare gli elementi per la tua moodboard procedi in questo modo:

  1. Accedi sul tuo profilo Pinterest e crea una bacheca (rendila segreta se vuoi che nessun utente di Pinterest lo veda). 
  2. Dagli un titolo che identifichi il tuo progetto, così saprai a colpo d’occhio dov’è e non si confonde con il resto delle tue bacheche.
  3. Ora non ti resta che sbizzarrirti nella barra di ricerca di Pinterest e inserire le parole chiave del tuo progetto. Se stai ad esempio cercando spunti per la tua nuova palette di brand, puoi cercare con parole chiave come “palette colors” e salvare tutti i pin che ti ispirano all’interno della tua bacheca. 

 

Vedrai, cercando ispirazioni su Pinterest sarà davvero difficile fermarti nella ricerca e non continuare a oltranza!

 

Se può aiutarti a mettere un freno, imponiti un limite massimo di elementi visivi da trovare o un tempo massimo di tempo da trascorrere per la ricerca su Pinterest.

Dove posso trovare le immagini per moodboard?

Se non ami Pinterest, o non vuoi creare un account solo per creare la tua moodboard, c’è un’alternativa più semplice: i siti di immagini libere da copyright. 

Ce ne sono davvero di diversi sul web, ma ti elenco quelli a cui mi affido io per creare le mie moodboard:

Sai perché ti consiglio di scaricare immagini libere da copyright e non qualunque foto che trovi su Internet? Perché qualcuna di queste foto potrebbe piacerti così tanto che vorresti utilizzarla per il tuo blog o per i tuoi social e se non è libera dai diritti di copyright, non potrai farlo. Se invece scarichi già una foto copyright free, potrai pubblicare la foto in tutta tranquillità.

Dopo tutti questi preziosi consigli, non ti resta che sperimentare la moodboard per tutti i tuoi progetti che verranno. La tua sarà fisica o digitale? Puoi raccontarmelo nei commenti.

Moodboard template: 3 modelli Wonder pronti e gratuiti

Forse non lo sai ma sono da un po’ di tempo anche una Canva Creator e sul mio profilo ufficiale puoi trovare diversi modelli gratuiti già pronti, tra caroselli, grafiche a tema (es. Halloween, per Natale, ecc.), template per curriculum. 

In occasione di quest’articolo, ho creato per te un modello da cui partire per realizzare la tua moodboard senza doverla creare da zero o cercare tra le miriadi di template su Canva. 

 

Sul mio profilo creator di Canva, puoi vedere tutti i miei moodboard template gratuiti, personalizzarli e scaricare i tuoi preferiti.

 

Se ti fa piacere farmi sapere se hai utilizzato uno dei miei modelli, lascia qui sotto un commento e seguimi su Canva per non perderti i prossimi template gratuiti che creerò.